Loading...

Bilancia commerciale di un paese: cosa sapere se si fa forex

Bilania commerciale e Forex: quale relazione?Il forex è un mercato che subisce le conseguenze di molti eventi che accadono “fuori”, e che in teoria non riguardano il commercio di valute. Il risultato è che per fare forex, è necessario tenere d’occhio alcuni indicatori. Tra questi, spicca la bilancia commerciale. Di seguito, qualche informazione ultile sul rapporto tra bilancia commerciale e forex.

Cos’è la bilancia commerciale

Per bilancia commerciale si intende, molto banalmente, la differenza tra le esportazioni e le importazioni di un paese (normalizzate al Pil). Si esporta quando si vende un prodotto all’estero, si importa quando si acquista un prodotto dall’estero.

La bilancia commerciale è in attivo quando le esportazioni superano le importazioni. E’ invece in passivo quando le importazioni superano le espertazioni. Nel primo caso, si parla di bilancia in surplus, o in avanzo; nel secondo caso si parla di bilancia in deficit, o in disavanzo.

L’importanza della bilancia commerciale

La bilancia commerciale è uno degli indicatori che restituiscono fedelmente l’immagine della situazione economica di un paese. Se un paese esporta bene, vuol dire che le sue imprese sono competitive nel mercato globale. Se un paese importa in maniera moderata, vuol dire che è autosufficiente e quindi meno soggetto a crisi esogene.

La bilancia commerciale è l’indicatore più importante per quel che riguarda il rapporto tra le valute. E’, in estrema sintesi, questo dato a decidere il tasso di cambio. In genere, a una bilancia in surplus corrisponde un rafforzamento della moneta, mentre a una bilancia in deficit corrisponde un indebolimento della moneta.

Il meccanismo è molto intuitivo. Quando per esempio la Germania esporta negli Usa, questi ultimi sono costretti a pagare con l’euro. Sicché aumenta la domanda della moneta unica rispetto al biglietto verde, e la prima si rafforza sulla seconda.

La situazione attuale

Alla luce del paragrafo precedente, è possibile affermare che i cambi dipendono dalla bilancia commerciale e, soprattutto, dalle prospettiva che coinvolgono la stessa. Dunque, non rimane che da chiedersi quale sia la bilancia commerciale delle principali potenze economiche.

La bilancia dell’Unione Europea è ritornata in attivo solo di recente. Merito di ciò è soprattutto della Germania, che tradizionalmente vive di surplus. Anche i paesi del sud, però, stanno facendo registare surplus interessanti.

La bilancia degli Stati Uniti è in perdita dal 1977. Il percorso di perdita ha fatto “causa comune” con il Quantitative Easing e ha fatto sì che il dollaro si svalutasse progressivamente nei confronti dell’euro. Questa tendenza sta comunque danso segnali di inversione.

La bilancia dei Bric è tendenzialmente in positivo – quasi per definizione. L’allargamento del ceto medio ha causato uno spostamento dei consumi verso l’interno e quindi la bilancia sta lentamente avvicinando allo zero.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Forexiamo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons