Loading...

Bilancia commerciale negativa e forex

Bilancia commerciale negativa, che succede alla valutaLa bilancia commerciale è uno di quei parametri economici in grado di influenzare in modo significativo il forex.

Anzi, da un certo punto di vista, è proprio la bilancia commerciale che crea i rapporti tra le valute. Ecco una breve ma esuastiva guida sugli effetti di questo parametro nel mercato valutario.

Cos’è la bilancia commerciale

Per bilancia commerciale si intende, molto banalmente, la differenza tra il valore delle esportazioni e il valore delle importazioni che un paese fa registrare nell’arco di un anno.

Se le esportazioni superano le importazioni, allora si parla di bilancia in surplus, o in avanzo (oppure positiva); se invece sono le importazioni a superare le esportazioni, si parla di bilancia in deficit, o in disavanzo (oppure negativa)

La bilancia commerciale è un parametro importante perché restituisce l’immagine della forza economica di un paese e della sua competitività a livello globale. Se la bilancia commerciale è positiva, significa che le imprese di quel determinato paese riescono a competere nell’arena internazionale.

La bilancia commerciale e il forex

Perché la bilancia commerciale influisce sul forex? La questione è in verità molto semplice. La dinamica export-import, infatti, modifica la domande di valuta legata alla moneta del paese esportatore.

Se l’Italia acquista tanta merce dagli Stati Uniti, l’Italia sarà costretta a “tirar fuori” dollaro e non euro. La domanda di dollari, quindi, aumenta. Ciò apre la strada a conseguenze che, almeno in linea teorica, permettono al trader di leggere con estrema facilità i dati sulla bilancia commerciale.

Cosa succede se la bilancia commerciale è negativa

Stando alla teoria, se la bilancia è positiva, la sua moneta tende a svalutarsi: aumenta la domanda di moneta, quindi aumenta la massa monetaria e si attiva la teoria della circolazione della moneta.

Dunque, se la bilancia è negativa, avviene l’inverso: diminuisce la domanda di moneta o, per meglio dire, aumenta la domanda di “altre monete” e diminuisce la massa monetaria della valuta locale rispetto a quella di valite straniere.

La realtà, però, può essere alquanto diversa. Non è detto infatti che all’annuncio di una bilancia positiva segua l’indebolimento della moneta. Anzi.

Se la bilancia è in surplus, il paese comunica un immagine di sè molto forte e sana. Di conseguenza, i trader acquistano fiducia e acquistano la moneta di riferimento. Il risultato? La moneta si rivaluta.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Forexiamo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons