Loading...

Conviene prendere un prestito per investire in forex?

Prestito e forex vanno d'accordo?Spesso uno dei problemi che i trader alle prime armi devono affrontare è la mancanza di capitale.

Senza capitale non è possibile investire, e questo vale anche per il forex. Sicché sono in molti a pensare di prendere in prestito del denaro per iniziare la propria carriera nel mercato valutario.

È una mossa saggia?

Prestito e forex vanno d’accordo?

In linea puramente teorica, prendere in prestito del denaro per iniziare a tradare nel forex è un’idea “saggia” come potrebbero esserlo tante altre.

Il motivo di ciò risiede in un fatto: è considerato normalissimo contrarre un debito per avviare un’attività. Le banche, dopotutto, esistono proprio per questo.  Dunque, perché ottenere un prestito dovrebbe causare stupore se l’attività è il forex?

Tutto ciò, in linea teorica. Il nucleo della questione sta nella capacità del debitore di ripagare il proprio debito. Il mercato valutario è un “luogo” (ovviamente non fisico) dove il rischio è una costante davvero significativa. Il rischio è presente anche quando si crea un’impresa, ma è evidente: il forex è una delle attività più rischiose in assoluto.

Cosa fare prima indebitarsi

Alla luce di tutto questo, non sentiamo di affermare che “il prestito non conviene”. Piuttosto, consigliamo di compiere alcune azioni prima di contrarre un debito con l’esclusivo obiettivo di iniziare una carriera nel forex.

Il primo passo è quello di decidere con estrema attenzione la cifra da chiedere in prestito. E’ evidente: più è alta maggiore sarà la difficoltà che il trader incontrerà nel restituirla. Il ragionamento sul valore del prestito dovrebbe tenere conto del limite che lo stesso trader intende imporsi, ossia dalla domanda: “quanto sono disposto a perdere tradando?”.

Il secondo passo è quello di intraprendere un percorso formativo il più puntuale possibile. La capacità di ripagare il debito dipenderà dalle competenza che sono state maturate nella fase di “training”. Questa non si compone esclusivamente dello studio “matto e disperatissimo” sui libri.

Si compone, anche e soprattutto, della parte pratica. Questa può essere condotta utilizzando un account demo: il mercato è reale ma il denaro è finto. In questo modo sarà possibile farsi le ossa… senza rompersele. E’ utile, in questa fase, prendere appunti sulle proprie azioni, sulle conseguenze che hanno scatenato e sugli errori che sono stati commessi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Forexiamo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons