Loading...

Corona Norvegese: è tempo di svalutazione

norvegia coronaI lettori che ci seguono più assiduamente sapranno che prestiamo una certa attenzione alle valute non principali. Oggi ci occupiamo della corona norvegese, valuta di un paese economicamente importante, ma che non riesce a guadagnarsi i grandi palcoscenici del forex.

Abbiamo deciso di parlarne perché la Banca Centrale Norvegese, che ha le mani sicuramente meno legate della BCE, starebbe pensando anche lei di intervenire su una crisi che colpisce anche la Scandinavia puntando proprio sulla svalutazione competitiva della sua divisa nazionale.

Una notizia importante non solo per Norvegia e Europa, ma anche per gli investitori di Forex e petrolio, che di questa svalutazione dovrebbero provare a comprendere i possibili effetti.

1. Euro sempre più forte

L’Euro, gestito da un ente come la BCE che ha le mani legate dallo statuto, si propone come moneta sempre più forte. Da un lato l’importazione delle materie prime si fa più agile, economicamente parlando. Dall’altro però i paesi con una bilancia commerciale più sfavorevole (e tra questi purtroppo figura l’Italia) dovranno continuare a combattere contro una moneta forte che invece di aiutare l’economia sta contribuendo a soffocarla.

2. Invariato il petrolio norvegese

I contratti del petrolio norvegese sono trattati in dollari, e quindi la svalutazione non dovrebbe portare a cambiamenti significativi nel mercato del greggio. Certo, magari i norvegesi riusciranno ad offrire un prezzo più competitivo, a patto che però la svalutazione sia duratura. Il petrolio norvegese però costituisce una parte troppo piccola del mercato per trascinarsi dietro i paesi dell’OCSE:

3. Occhio ai paesi che hanno esportazioni forti verso Olso

I paesi che hanno i rapporti commerciali più forti con Oslo ne usciranno sicuramente indeboliti. Una svalutazione della corona norvegese comprimerà gli import, soprattutto per quei beni che la Norvegia può produrre autonomamente. Un terremoto, nel piccolo, ma pur sempre un terremoto.

L’area EURO, a meno che non si decida una volta per tutte di intervenire sullo statuto della BCE, non può che rimanere a guardare, con l’ansia di chi, al contrario di altri, non può intraprendere azioni forti a livello monetario.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Forexiamo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons