Loading...

Crisi del rublo: la lezione per chi investe in Forex

rubloLa crisi recente del rublo, che lo ha portato a perdere più della metà del suo valore contro le principali valute mondiali, è una straordinaria lezione per tutti gli investitori nel Forex, sia per chi è un esperto, sia per chi invece sta muovendo i primi passi.

Si tratta infatti di un evento con rarissimi precedenti nella storia dell’economia, e la sua quasi unicità ci può aiutare a capire, meglio di qualunque libro, quali siano le forze che agitano il mondo del mercato delle valute.

Il rublo, un tempo moneta più che rispettabile nel mondo del Forex, è oggi vicinissimo a diventare carta straccia, senza che ci sia stata alcuna speculazione e senza che ci siano state alcune decisioni di rilievo da parte della Banca Centrale Russa, come potrebbe essere quella di aumentare la quantità di moneta in circolazione.

Prima lezione: il valore di una moneta dipende dall’economia di riferimento

La prima grande lezione che ci arriva da Mosca è che una moneta è nulla senza un’economia di riferimento. Nel caso russo l’economia di riferimento c’è, ma sta vivendo un momento di grande difficoltà sia a causa del calo del prezzo del petrolio, sia a causa delle sanzioni UE e USA che puntano a punire il paese per il suo intervento in Ucraina.

L’economia russa sembra essere diventata, nel giro di pochi mesi, una lontana parente di quella economia forte (anche se basata sulle materie prime) che permetteva a Putin e compagnia di battere i pugni sul tavolo soltanto qualche mese fa.

Seconda lezione: le decisioni politiche muovono il Forex

Decisioni politiche come quella dei paesi OPEC di non ridurre l’estrazione di petrolio, o come quelle della UE e degli USA di imporre sanzioni economiche alla Russia, muovono il Forex, in quanto cambiano le aspettative sull’economia di riferimento.

La Russia si è trovata al centro di quella che si chiama, in gergo, tempesta perfetta. E con il crollo della sua economia non è potuto che crollare anche il rublo, che di quella economia è l’espressione sotto forma di banconote.

Terza lezione: il Forex è un mercato instabile

Chi credeva che il mercato, in una economia in crisi ma tutto sommato stabile, fosse costituito da pochi PIP in su o in giù, ha avuto una sonorissima smentita. Il crollo del rublo è avvenuto nel giro di poche sedute di mercato, e ha distrutto economicamente chi aveva puntato sulla moneta russa per portare a casa qualche guadagno.

La lezione è cristallina: mai cullarsi sugli allori, soprattutto sul Forex e nonostante abbiamo puntato su una moneta ritenuta tipicamente forte. Nel giro di poche ore può cambiare tutto, e i guadagni di una vita possono andare a farsi benedire.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Forexiamo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons