Loading...

Euro a 1,22 sul dollaro per la fine dell’anno, ma per il 2015…

euro su dollaro 2015Quello che tutti speravano, almeno dalle nostre parti e nei paesi in difficoltà a causa della crisi, potrebbe finalmente materializzarsi nel 2015. È questo il parere comune degli analisti, che nonostante un Euro che continua ad essere forte sul Dollaro americano in chiusura di 2014, potrebbe finalmente cedere un po’ di terreno per l’anno che verrà.

Il parere sembra unanime e più grandi investitori del mercato del forex sembrano tutti puntare, inequivocabilmente, verso una caduta della valuta di Francoforte, che nel corso del prossimo anno potrebbe perdere fino al 15%, raggiungendo la quasi parità con il dollaro.

Una notizia che dovrebbe far tirare il fiato alle economie dei PIGS, Portogallo, Italia, Grecia e Spagna, che con un Euro così forte, al momento, sembrano averci soltanto perso.

L’America riparte, e così il dollaro

L’economia a stelle e strisce sembra passarsela decisamente meglio della nostra. Si registra un incredibile +5% anno su anno a livello di PIL, crescita che porterà ad una richiesta sempre maggiore di Dollari sulle piazze e che quindi farà apprezzare la valuta di Washington rispetto alle altre valute, Euro in testa.

Una notizia che sembra essere buona, per le nostre piazze, per un duplice ordine di motivi. Da un lato infatti si intravede per la prima volta la luce in fondo al tunnel, con l’America che, al contrario della Germania, sembra un candidato serio per traghettare i paesi occidentali fuori dalla crisi. Dall’altro lato invece sono i paesi che più hanno bisogno di export a tirare il fiato, perché un euro più debole sulle piazze internazionali permetterà alle merci italiane di essere più competitive di quelle straniere extra-UE, con un ovvio stimolo all’economia che in molti ormai aspettavano.

Buone notizie quindi per il 2015, anno che secondo molti, e sono pronti a giurarci, sembra possa essere quello giusto per lasciarsi dietro una crisi che, dopo aver massacrato la finanza, è passata a massacrare anche la cosiddetta economia reale.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Forexiamo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons