Loading...

Forex e Bollinger: tutto quello che c’è da sapere

bollingerUno dei fondamenti del Forex è l’analisi tecnica. Secondo questa, tutte le informazioni utili per frequentare il Foreign Exchange Market con profitto sono ricavabili dai grafici e da alcuni “dati elaborati” chiamati indicatori, ossia elementi che renderebbero prevedibile il mercato.

Tra gli indicatori, molto utilizzate sono le Bande di Bollinger.

Cosa sono le Bande di Bollinger

Le Bande di Bollinger si chiamano così in onore del loro ideatore, il trader John Billinger, ma anche perché, almeno nei grafici, disegnano delle vere e proprie fasce. Ecco come si ricavano.

Si sceglie una media mobile, ossia una media dei valori che interessano una certa coppia. Qualsiasi media mobile formata con un numero di periodi che va da 40 a 100 va bene.

Dopo di ché si ricava la devizione standard, che è un elemento tipico della statistica, nota agli studiosi come scarto quadratico medio.

La deviazione standard si ricava a sua volta facendo la media ponderata delle differenze tra il quadrato di ciascuno valore e il quadrato della media.

Dopodiché, si proietta la deviazione standard sul grafico, a quel punto compariranno, oltre alla linea della media mobile, altre due linee, una superiore e una inferiore. Graficamente avremo due bande.

A cosa servono le Bande di Bollinger? Sostanzialmente, a delimitare – o conoscere – i confini al di là del quale una coppia va in ipervenduto (se il prezzo scende oltre la banda inferiore) o va in ipercomprato (se il prezzo sale oltre la banda superiore).

I principi delle Bande di Bollinger

Le Bande di Bollinger possono essere utilizzate in tutti i modi, dato che permettono di conoscere in maniera più o meno esatta della volatilità di una coppia. Ad ogni modo, per poterle sfruttare a dovere, è necessario tenere in considerazione i seguenti principi.

  • La porzione di grafico inferiore alla banda indica livelli di supporto, la porzione di grafico superiore alla banda indica livelli di resistenza. Questo dato è utilizzato dai trader, anche perché il prezzo tende ad avvicinarsi alla media.
  • Nel caso in cui una candela chiude al di fuori di una delle due bande, è registrabile come segnale di continuità.
  • Se una coppia di valute prima chiude in una porzione di grafico non toccata dalle bande, e poi inverte il trend, allora vi sono ampie probabilità che punti alla banda contraria prima di raggiungere un supporto.
  • Quando le Bande di Bollinger si fanno più sottili, è probabile che seguirà un periodo di volatilità (e quindi di potenziali guadagni).
  • Può accadere che i prezzi seguano le bande. Se cavalcano la banda superiore, allora si è in presenza di una situazione di “forza di mercato”. Se cavalcano la banda inferiore, allora si è in presenza di una situazione di “debolezza di mercato”.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Forexiamo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons