Loading...

Real brasiliano: una guida all’investimento forex

Il ruolo del real brasiliano nel forexTra le valute “esotiche” in questi giorni sta acquisendo una certa importanza il real brasiliano. La crescente attenzione sulla moneta carioca deriva più da fatti politici e sportivi che da fatti economici. Il motivo? I mondiali di calcio e, contestualmente, l’esplosione di tensioni sociali proprio in Brasile.

Come influiscono questi due fattori nel forex? L’impatto è notevole ma per certi versi molto leggibile. Ne consegue la persistenza di sostanziose opportunità di guadagno per il trader. Di seguito, qualche consiglio per i trader che vogliano sfruttare il momento “strano” del real brasiliano.

Mondiali e proteste. Le reazioni del real

Molti si spingono oltre la generale influenza della più importante kermesse sportiva del mondo e arrivano ad affermare che il valore del real dipenderà dai risultati della nazionale brasiliana. Oggettivamente, questa interpretazione desta non poche perplessità.

Ciò che conta, limitatamente al discorso sul forex, è la buona riuscita della competizione in generale. Se questa venisse macchiata dalla protesta, la situazione in Brasile diverrebbe pesante e verrebbe data un’immagine di un paese allo sbando. Ciò si tradurrebbe in un indebolimento del real.

Un antipasto di quello che potrebbe accadere si è visto il giorno dell’esordio dei mondiali. Le proteste hanno raggiunto il loro picco con morti e feriti. Il real “ha reagito” indebolendosi. L’Usd/Bre ha fatto segnare 2,2471, valore vicino al 2,28 del 2 giugno (giorno di proteste accesissime). Analogamente l’Eur/Bre, nonostante le manovre di alleggerimento sulla moneta unica, ha fatto registrare un valore di 3,03.

La crisi valutaria

Come fattore potenzialmente dominante, non va dimenticata la crisi valutaria. La fase acuta è senz’altro alle spalle, ma l’intensificazione del tapering potrebbe portare a una ricaduta devastante per le economie emergenti e quindi anche per il Brasile.

Ricordiamo che il real brasiliano si è dimostrato molto sensibile alla crisi valutaria – anche se non come altre valute. A fine gennaio, infatti, l’Eur/Bre fece segnare un massimo di 3,31 e l’Usd/Bre un altro massimo di 2,43.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Forexiamo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons