Loading...

Serie di Fibonacci per il Forex: cosa c’è di vero?

Fibonacci e il ForexCosa hanno a che fare un matematico del Medioevo e il mercato valutario? A primo acchito verrebbe da dire, semplicemente, nulla, assolutamente nulla. E invece hanno molto a che fare. Tutto merito della serie di Fibonacci. Vediamo di cosa si tratta e per quale motivo è così importante per il Forex.

Fibonacci, dai numeri al Forex

Fibonacci è stato un matematico vissuto in Italia a cavallo tra il 1100 e il 1200. E’ noto per aver scoperto una serie di numeri, detta appunto serie di “Fibonacci”, particolarmente ricorrenti in natura e nel creato in generale. La sequenza si basa su un principio: il numero successivo è frutto della somma dei due numeri precedenti.

Sicché la serie è 0, 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34 e via dicendo. Questa serie è “notevole” perché la si ritrova, per esempio, nelle conchiglie, nelle spirali, nel Dna e persino nella forma delle galassie. La si ritrova, o la si può ritrovare, persino nel Forex.

Il ruolo della serie di Fibonacci nell’elaborazione delle strategie

Come si utilizza la serie di Fibonacci nel Forex? Prima di rispondere occorre fare delle premesse.

  • La serie di Fibonacci è un metodo abbastanza sicuro, ma solo se eseguito alla perfezione.
  • La serie di Fibonacci è uno dei metodi più utilizzati. Si stima che il 70% dei trader lo prendino spesso in considerazione.
  • La serie di Fibonacci, proprio in virtù del suo diffuso utilizzo, perde la sua efficacia (logico, se tutti si muovono allo stesso modo).
  • La serie di Fibonacci è utilizzabile solo a specifiche condizioni. Deve esserci un trend abbastanza stabile e, contemporaneamente, arricchito da un rintracciamento, ossia da momenti temporanei in cui il trend si inverte. In buona sostanza, nel grafico deve apparire un andamento preciso ma “frastagliato”.

Il principio dell’utilizzo di questa speciale sequenza nel Forex è abbastanza semplice. Si considera il massimo e il minimo dello Swing, ossia il percorso (che, ricordiamo, deve seguire un andameno preciso) che va dal minimo all’ultimo massimo registrato prima del rintracciamento.

Si divide in percentuali lo spazio tra il minimo e il massimo dello Swing. Il massimo rappresenta 0 mentre il massimo rappresenta 100. Si rintracciano alcune “punti speciali”, corrispondenti a precise percentuali. In generale queste percentuali sono 78,6  61,8  50  38,2  21,3.

Più punti corrispondono alle percentuali maggiore è la possibilità che ci sia un’inversione di trend, con tutte le conseguenze in termini di strategia Forex che sono facilmente immaginabili.

Per fortuna, il trader non è costretto a ricavarsi i livelli di Fibonacci (ossia le percentuali) da sé. La maggior parte delle piattaforme permette di visualizzarli in automatico.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Forexiamo.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons